L’ESTATE CHIAMA PRIME ALTURE RISPONDE

[caption id="attachment_5048" align="alignnone" width="275"]Estate chiama Prime Alture risponde L'Estate chiama Prime Alture risponde!

L'estate chiama Prime Alture risponde! La proposta estiva della nostra cantina versa nel calice l’armonia fresca ed elegante del Metodo Classico ‘Io per Te’, abbinata in tavola dalle personali interpretazioni di stagione di tre ristoratori d’eccellenza: IYO, LANGOSTERIA e IL SANTA BISTRO’ MODERNO.

È estate, stagione in cui si cercano freschezza, leggerezza e piacevolezza, nel calice come a tavola. Da qui nasce l'idea di giocare la carta delle bollicine con un Metodo Classico dal nome romantico che suggerisce subito grande armonia:‘Io per Te’, uno spumante brut Sans Année Blanc de Noir.
In questo percorso abbiamo pensato di coinvolgere poi tre ristoratori milanesi d’eccellenza, nonché amici di Prime Alture, IYO, LANGOSTERIA e IL SANTA BISTRO’ MODERNO che, lavorando con maestria, estro e indiscussa competenza, ci hanno regalato queste personali interpretazioni ispirate dalla stagionalità pensando anche ad un corretto abbinamento con il Metodo Classico.

IYO ha proposto:

Sauté di novellini (moscardini novelli) con salsa di soia e zenzero, zucchine trombetta croccanti sfumate con il saké, carpaccio di zucchine gialle marinate con lime e pepe rosa, pesto di fiori di zucca e latte di soia. “Attraverso questo piatto – spiega Matteo Ghiringhelli sommelier di Iyo - abbiamo voluto esaltare la freschezza di ‘Io per Te’ accompagnandolo con lo zenzero, le zucchine trombetta croccanti e quelle marinate con lime e pepe rosa. Allo stesso tempo, trattandosi di un vino ottenuto da uve Pinot Nero che esprime la complessità del vitigno e la ricchezza del territorio, abbiamo pensato ai moscardini novelli, morbidi e con una buona masticazione, supportati dalla salsa di soia/zenzero che dona complessità al piatto per rispondere alla persistenza gustativa del vino. Infine la morbidezza con tendenza dolce del pesto di fiori di zucca che completa il piatto, si sposa perfettamente col passaggio su lieviti e la cremosità di questa bollicina.

LANGOSTERIA ha proposto:

Misto crudi di pesci e crostacei, piatto composto da un crostaceo (scampo o gambero) e 4 tipologie di pesci a seconda del mercato (solitamente non mancano il tonno e la ricciola). “Una scelta - spiegano Domenico Soranno, executive chef e Alessandro Zingarello, head sommelier del gruppo Langosteriamotivata pensando alla sapidità del vino che incontra perfettamente la delicatezza del pesce crudo”.

IL SANTA BISTRO’ MODERNO ha proposto:

Mezzi Rigatoni Verrigni in farcia di ricotta, al profumo di limone e gazpacho freddo con menta e cetriolo. Ideale con le bollicine per le sue forti acidità e per la sua freschezza.

Gli Assaggi di StefanoUn indovinato insieme di pietanze che – come spiega l’executive chef Stefano Grandi - rappresentano in pieno lo stile del locale e rimandano alla poliedricità delle bollicine nelle loro varie sfaccettature’.

Il piatto è composto da diversi tipi di pesce: - Tonno marinato con lime, una goccia di aceto di mele, peperoncino fresco, coriandolo e cipolla rossa accompagnata con mousse di patata americana dolce, la sua chips e lattughino baby. Baccalà mantecato al latte con salsa di yogurt e petali di cicorino di campo. Tartare di Manza Fassona piemontese con pere fresche, citronette al miele e pecorino romano. Melanzana Nuda cotta al forno con sale di cervia, pomodori ripassati in plancia, salsa salmoriglio allo zenzero e formaggio fuso.

PRIME ALTURE SEMPLICEMENTE DIVINO!
PRIME ALTURE TRA STREET FOOD E SOLIDARIETÀ