PINOT NOIR: LA SFIDA TRA PASSATO E FUTURO

[caption id="attachment_4645" align="alignleft" width="135"] Roberto Lechiancole con un calice di Pinot Noir

Sarà il colore rubino brillante, o il profumo franco e piacevole, ma è proprio vero che il “PINOT NOIR Centopercento Prime Alture” richiama con immediatezza una chiacchierata tra amici di lunga data!

Ispira vivida complicità grazie a sentori eleganti e delicati, di frutti rossi e ciliegia, con un sapore pieno e ricco di armonia, persistenza. Tutti elementi che fanno proseguire l’esperienza sensoriale e rendono ogni brindisi unico ed appagante, purché in compagnia del nostro Pinot Noir Centopercento, vero e proprio viaggio del palato.

L’annata 2014 sarà presente alle Giornate Altoatesine del Pinot Nero, dal 6 all’8 maggio prossimi, in una location maestosa e suggestiva: tra i paesi di Egna e Montagna. A fianco delle nostre bottiglie, in questa 19^ edizione, sono tanti i validi rappresentanti, ma c’è un evento particolarmente raro: nella degustazione guidata di domenica 7 maggio la Nuova Zelanda è la nazione ospite e protagonista!

Giornate così si rivelano un’occasione unica per conoscere una selezione di Pinot nero nazionale e internazionale, tra cui il nostro Centopercento “made in Prime Alture”! E per chi non potrà essere presente ci trova sempre per un’esperienza esclusiva nel nostro wine resort!

WINE RESORT PRIME ALTURE: UNA STORIA DA RACCONTARE
A Vinitaly l’annuncio della collaborazione con il ...